Sostienici

Dona Ora

Newsletter

Rimani aggiornato

Cerca
Generic filters

Volontariato

Le ore che contano

Sostienici

Dona ora

Sportello Informazioni

Orientamento gratuito

Un movimento inatteso

6 Feb, 2017

Fabrizio Annaro

[nggallery id=33]

Un movimento inatteso è il nuovo servizio proposto da La Meridiana e sviluppato dall’equipe di SLAncio. Il servizio è destinato alla riabilitazione di pazienti che si sono risvegliati dallo Stato Vegetativo, cioè di pazienti che hanno manifestato un risveglio minimale della coscienza.

Per stato di minima coscienza si intende una reattività agli stimoli che consenta una attività di collaborazione fra paziente, operatori e familiari.

Dal 2002 ad oggi, dapprima presso il Centro San Pietro e poi, dal 2014, presso la RSD San Pietro, sono stati ricoverati oltre 220 pazienti in Stato Vegetativo. Le cause del ricovero sono diverse: traumi encefalici, emorragie o ischemie cerebrali, encefalopatie anossiche da arresto cardiaco.

Durante questi anni di assistenza e cura degli Stati Vegetativi, si è assistito, qui, presso il nostro Centro, ad un miglioramento dello stato di coscienza che ha interessato una significativa percentuale di malati: il 10% circa, una percentuale nettamente maggiore rispetto alla media indicata dagli studi scientifici inerenti all’esame generale dei casi di passaggio dallo stato vegetativo allo stato di minima coscienza. “Un movimento inatteso” avrà, appunto, lo scopo di consolidare ed estendere questi miglioramenti e perciò, nell’ambito della RSD San Pietro, sarà presto attivo un nucleo operativo che offrirà una riabilitazione di tipo semi-intensiva per 10 ospiti.

L’équipe riabilitativa del nucleo avrà il compito di accompagnare e seguire in ogni passo il paziente e i familiari ed inizialmente stilare un piano di riabilitazione individuale. Verranno sviluppate ulteriormente tecniche e terapie complementari già oggi in parte utilizzate quali Musicoteria, Pet Therapy, Shiatsu, Logopedia, realtà virtuale ecc …

L’ambiente architettonico sarà psicologicamente favorevole e strutturato in modo da diventare anch’esso “riabilitativo”, cioè capace di fornire, grazie a colori, suoni, luci ed atmosfere, sollecitazioni sensoriali differenti: stimolanti nelle aree di attività/lavoro, rilassanti nelle zone di pausa/riposo, orientanti nelle parti comuni.

Grazie al contributo di un fondazione privata, sono stati coperti i costi del servizio che ammontano a circa 150.000,00 euro. La sperimentazione inizierà nel mese di febbraio 2017, si svolgerà a Monza presso la struttura di Progetto SLAncio di viale Elvezia, 4 ed avrà una durata triennale.

[nggallery id=34]

Sei un giornalista?

Contatta l’Ufficio Stampa della Cooperativa La Meridiana:

Fabrizio Annaro
Telefono: 334 65 60 576
E-mail: fabrizio.annaro@gmail.com

Sostieni i progetti della cooperativa la meridiana
Fai una donazione tramite:

➤ Conto corrente postale n. 2313160

 Bonifico bancario intestato a La Meridiana Società Cooperativa Sociale
IBAN: IT87N0521601630000000003717

 Donazione online, con carta di credito, QUI

Per informazioni contatta l’Ufficio Raccolta Fondi:

Rita Liprino
Telefono: 346 517 90 93
E-mail: rita.liprino@cooplameridiana.it 

ALTRI COMUNICATI