Sostienici

Dona Ora

Newsletter

Rimani aggiornato

Cerca
Generic filters

Volontariato

Le ore che contano

Sostienici

Dona ora

Prenotazione visite ai familiari

La Meridiana abbraccia Papa Francesco

11 Feb, 2022

Fabrizio Annaro

COMUNICATO STAMPA

In occasione dell’incontro con la Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti

La Meridiana abbraccia Papa Francesco

“Nessuno ha il diritto di guardare una persona dall’alto verso il basso
lo può fare solo per aiutare a rialzare chi è caduto!”

Monza, 10 febbraio 2022. Venerdì scorso, 4 febbraio, Roberto Mauri Presidente della Cooperativa La Meridiana, Rita Liprino responsabile raccolta fondi, Luisa Sorrentino coordinatrice della rivista Scriveresistere, si sono recati a Roma su invito del Presidente  della Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti, Arnoldo Mosca Mondadori per incontrare Papa Francesco.

La Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti da anni offre ai detenuti la possibilità di un lavoro. Dalle mani dei carcerati nascono le ostie che saranno consacrate nelle chiese di tutto il mondo. Grazie alla Fondazione, inoltre, i detenuti sono impegnati in lavori artigianali. Alcuni di questi oggetti sono stati donati a Papa Francesco. Il pontefice ha accolto gli amici della Fondazione con queste parole:

Cari fratelli e sorelle, buongiorno e benvenuti!

Grazie di questa visita. Ringrazio il mio amico Arnoldo Mosca Mondadori per la sua presentazione. Grazie, Arnoldo. Saluto i detenuti delle carceri di San Vittore a Milano, di Opera e di Alba, con i Direttori e il personale. Mi congratulo per il vostro lavoro. Sono attività artigianali, e hanno anche un valore simbolico cristiano: preparare le ostie per la celebrazione eucaristica; costruire strumenti musicali con legno recuperato dalle barche dei migranti; la falegnameria, come San Giuseppe e Gesù; la produzione del vino, che è il simbolo della festa, ricordiamo le nozze di Cana!… Saluto le persone rifugiate, che fanno lavori di sartoria. Saluto le ragazze madri, con i loro bambini. Saluto le persone con disabilità, che pure collaborano a preparare le ostie e i violini. Saluto i musicisti dell’orchestra multietnica, con i direttori e il maestro Piovani che ha composto la musica per il “Violino del mare”. Saluto le persone venute dalla Spagna, dal Brasile e dall’Argentina, così come i volontari e collaboratori.

Vi ringrazio tutti perché siete un seme di speranza. Con il sostegno della Fondazione “Casa dello Spirito e delle Arti”, voi date dei segnali che si oppongono alla cultura dello scarto, purtroppo diffusa. Invece voi cercate di costruire, con le “pietre scartate”, una casa dove si respiri un clima di amicizia sociale e di fraterni. Nontutto è facile – lo sappiamo –, non sono tutte “rose e fiori”! Ognuno di noi ha i suoi limiti, i suoi sbagli e i suoi peccati. Tutti noi. Ma la misericordia di Dio è più grande, e se ci accogliamo come fratelli e sorelle Lui ci perdona e ci aiuta ad andare avanti.

Vi ringrazio ancora e vi incoraggio a continuare il cammino. La Madonna e San Giuseppe vi accompagnino. Che abbiate sempre tra di voi e nei vostri laboratori lo spirito della casa di Nazaret! Vi benedico con affetto. E voi, per favore, non dimenticatevi di pregare per me. Grazie.

Sono parole che lasciano il segno come quelle pronunciate due giorni dopo, precisamente domenica 6 febbraio,  nell’intervista con Fabio Fazio: “… forse qualcuno si scandalizzerà, ma se richiesto, tutti hanno diritto al perdono”. Parole, quelle dell’intervista su Rai3, che avrebbero bisogno di essere riascoltate, di essere oggetto di intensa meditazione.

La benedizione di Papa Francesco è una benedizione che si estende a tutte le persone che vivono situazioni di fragilità, di malattia, di emarginazione.

“Quando mi sono avvicinato a Papa Francesco per donare alcune copie della rivista Scriveresitere, del magazine “La Meridiana Oggi” e i libri scritti dai nostri ospiti di SLAncio, Pippo Musso e Luigi Picheca – racconta Roberto Mauri – mi sono sentito avvolgere da una forte emozione. In quel momento è come se fossi “sparito” e lì, con me,c’erano i nostri anziani, i nostri ammalati, i familiari, gli operatori, i medici, gli infermieri. C’era tutta la nostra sofferenza, la nostra fatica, il nostro coraggio, il desiderio di fare del bene e di farlo bene. Al Papa ho presentato breve la nostra struttura, il nostro lavoro, le nostre gioie, i nostri sforzi quotidiani nell’accudire gli ammalati e gli anziani.

Il Papa mi ha incaricato – prosegue Mauri– di portare la sua vicinanza e la sua benedizione a tutti e di non dimenticare di pregare per lui. Ringraziamo di cuore Arnoldo Mosca Mondadori per l’amicizia e la condivisione di esperienze sempre importanti tra la sua Fondazione e la nostra Cooperativa.”

 “E’ stata una giornata di intensa emozione aggiunge Rita Liprino ho abbracciato il Papa con le lacrime agli occhi. Avrei voluto che ci fossero tutti gli amici de La  Meridiana. Sono convinta che la bellezza di questa indimenticabile giornata sia giunta aa loro attraverso la forza dell’amore. Ho portato nel mio cuore e donato al Papa gli ospiti, gli ammalati, i lavoratori di tutte le strutture di La Meridiana, i donatori, i sentimenti e i desideri di amici e di conoscenti.

“Questa occasione unica e straordinaria – dice Luisa Sorrentino – è frutto di un bellissimo  e lungo rapporto tra La Meridiana e la Fondazione di Arnoldo Mosca Mondadori, entrambi spinti dalla stessa missione: prendersi cura della Persona. Anche in questo periodo si sta lavorando insieme su una iniziativa particolarmente speciale, il concorso letterario Premio SLAncio, promossa dalla redazione costituita da persone malate di SLA che è stata capace di coinvolgere centinaia di persone in tutta Italia. Abbiamo dato a Papa Francesco due numeri del nostro magazine Scriveresistere scritto con gli occhi  e sono certa che li sfoglierà perché scrivere è sperare oltre che esistere, è credere nella vita.

 Voglio chiudere con una piccola confessione personale sull’esperienza di incontrare il Papa di persona: succede qualcosa dentro che ha il potere di modificare la realtà. Mi spiego meglio. Finché non ho visto lo scatto fotografico che mi riprendeva mentre stringevo la mano al Papa avrei giurato di non averlo toccato perché non ho memoria di questo contatto. Ricordo invece che mi sono persa nei suoi occhi aperti verso di me, occhi che si donavano senza pudore, abbandonati a ciascuno di noi, uno per uno, unici. So che anche a Rita Liprino, che l’ha addirittura abbracciato, è successa una cosa simile e mi chiedo da psicologa se questa emozione è quella che si chiama ‘angoscia della bellezza’.

“Grazie Santo Padre – esordisce Arnoldo Mosca Mondadori –di averci accolto qui tutti insieme per i 10 anni di questa fondazione che si chiama “casa dello spirito e delle arti. I protagonisti e il cuore della fondazione sono le persone che provengono da situazioni di grande disagio, e vivono le esperienze del carcere, della guerra e condizioni di emarginazione.

Siamo contenti che con noi ci siano anche  gli amici de La Meridiana con il loro  Presidente Roberto Mauri, loro aiutano tante persone malate di SLA, di Alzheimer, persone che stanno fra il confine della vita e della morte, la loro assistenza e cura conferisce dignità.” 

“Forse non ci sarà occasione per abbracciare direttamente il Papa, – interviene Fulvio Sanvito neo direttore de La Meridiana –ma sicuramente avremo la possibilità di affiancarlo e sostenerlo nella difficile battaglia della vita con la preghiera, per chi è credente, e con pensieri positivi per chi non lo è. Una “missione” che accogliamo con gioia e ne sono convinto la potremmo condividere con gli ospiti, i familiari e gli operatori delle strutture de La Meridiana.”

Comunicato stampa La Meridiana abbraccia Papa Francesco

 In questi video di Vatican News una sintesi dell’incontro con Papa Francesco

 

Sei un giornalista?

Contatta l’Ufficio Stampa della Cooperativa La Meridiana:

Fabrizio Annaro
Telefono: 334 65 60 576
E-mail: fabrizio.annaro@gmail.com

Sostieni i progetti della cooperativa la meridiana
Fai una donazione tramite:

➤ Conto corrente postale n. 2313160

 Bonifico bancario intestato a La Meridiana Società Cooperativa Sociale
IBAN: IT87N0521601630000000003717

 Donazione online, con carta di credito, QUI

Per informazioni contatta l’Ufficio Raccolta Fondi:

Rita Liprino
Telefono: 346 517 90 93
E-mail: rita.liprino@cooplameridiana.it 

ALTRI COMUNICATI