Sostienici

Dona Ora

Newsletter

Rimani aggiornato

Cerca
Generic filters

Volontariato

Le ore che contano

Sostienici

Dona ora

Prenotazione visite ai familiari

Il dialogo possibile tra ospedale e territorio

9 Apr, 2022

Fabrizio Annaro

COMUNICATO STAMPA

Il dialogo possibile

tra ospedale e territorio

Un percorso sperimentale per le

persone con demenza ed i loro caregiver

Convegno: sabato 9 aprile

Auditorium Pogliani – Via Pergolesi 33 – Monza

 Monza, 2 aprile 2022. Sono molteplici le ragioni che hanno indotto la Cooperativa La Meridiana, l’ASST Monza, Fondazione Garzanti ed Università Bicocca a promuovere un convegno sullo spinoso tema di come garantire  la continuità delle cure alle persone affette da demenza tra ospedale e territorio. Quello di sabato 9 aprile, in programma all’Auditorium dell’Ospedale San Gerardo,  sarà, dunque, un convegno, che proporrà un proficuo e concreto confronto fra gli attori che intervengono nella cura della persona con demenza. Troppo spesso, infatti,  si assiste ad un “pingpong”  fra Pronto Soccorso e domicilio della persona affetta da sindrome di  Alzheimer.

Destinatari dell’incontro anzitutto i Medici di Medicina Generale, ma anche operatori socio-sanitari ed amministratori. L’ingresso  è gratuito e la partecipazione assegna i crediti ECM.

Il convegno assume una particolare importanza ed una valenza scientifica non indifferente. Interverrà, infatti, tra i qualificati relatori, anche Laura Gitlin, docente all’Università di Philadelphia, fra i massimi studiosi dei modelli di cure e di assistenza personalizzati.

Ed è proprio la ricerca della scienziata canadese ad ispirare il nuovo modello elaborato da La Meridiana e dall’ASST Monza  che sarà presentato durante l’assise.

“Il nuovo progetto si titola “Continu-A-Mente” e prevede l’intervento di un team di esperti spiega Roberto Mauri, Presidente de La Meridiana – fra cui un terapista occupazionale, un geriatra, un’infermiera ed un’assistente sociale che entreranno in campo dopo l’eventuale dimissione dal Pronto Soccorso  odall’ospedale della persona con demenza. Si tratta di una presa in carico che accompagnerà la famiglia ed i caregiver e, naturalmente, il pazientelungo un itinerario di cura ed assistenza “su misura” e personalizzata. 

“Continu-A-Mente”è un progetto elaborato “a due mani” da La Meridiana e dall’ASST Monza-aggiunge Mauri– in cui la figura del Terapista occupazionale svolge un ruolo fondamentale e strategico. Vi sono evidenze scientifiche, infatti, che affermano che l’intervento del Terapista Occupazionale  sia efficace nel permettere il mantenimento al domicilio dei pazienti affetti da demenza con disturbi del comportamento. Questa idea si ispira al modello di Tailored Activity Program (TAP) proposto alcuni anni orsono da Laura Gitlin e che sarà lei stessa ad illustrarlo sabato 9 aprile durante il convegno.”

Il TAP è un intervento di terapia occupazionale, in genere effettuato al domicilio, finalizzato a ridurre i sintomi comportamentali della persona con demenza e il livello di stress del caregiver. Il TAP si compone di 8 sessioni, per un periodo massimo di 4 mesi. Nelle prime sessioni il Terapista Occupazionale valuta attraverso scale validate le abilità residue del paziente affetto da demenza, rileva le modalità di comunicazione esistenti tra caregiver e persona con demenza e studia l’ambiente domestico. Inoltre, fornisce al caregiver istruzioni sulle tecniche di coping con la persona affetta da disturbi del comportamento, se necessario mediante esempi pratici.

In questa cornice si inserisce il progetto“Continu-A-Mente” un progetto che si propone di favorire il rientro al domicilio delle persone affette demenza dopo un ricovero ospedaliero in Geriatria.

Il Progetto“Continu-A-Mente”  è stato interamente finanziato dalla Fondazione Garzanti. Il convegno prevede, inoltre, un aggiornamento su Isidora  ed un Tavola Rotonda dal titolo: “Mi prendo cura di te: per una reale presa in carico dell’anziano, Tavola Rotonda moderata da Felice Scalvini, Direttore Generale della Fondazione Ravasi-Garzanti,  con la partecipazione di:

Matteo Corradin della  Direzione Generale Welfare – Regione Lombardia;

Dario Allevi Sindaco del  Comune di Monza;

Silvano Casazza  direttoreASST Monza;

Carlo Maria Teruzzi – Presidente Ordine dei Medici Monza.

Conclusione dei lavori affidata a Roberto Mauri, Presidente della Cooperativa La Meridiana.

Per informazioni: maurizio.volpi@cooplameridiana.it  – Telefono   039.39051

Convegno – IL DIALOGO POSSIBILE TRA OSPEDALE E TERRITORIO – 9 aprile 2022

 

Sei un giornalista?

Contatta l’Ufficio Stampa della Cooperativa La Meridiana:

Fabrizio Annaro
Telefono: 334 65 60 576
E-mail: fabrizio.annaro@gmail.com

Sostieni i progetti della cooperativa la meridiana
Fai una donazione tramite:

➤ Conto corrente postale n. 2313160

 Bonifico bancario intestato a La Meridiana Società Cooperativa Sociale
IBAN: IT87N0521601630000000003717

 Donazione online, con carta di credito, QUI

Per informazioni contatta l’Ufficio Raccolta Fondi:

Rita Liprino
Telefono: 346 517 90 93
E-mail: rita.liprino@cooplameridiana.it 

ALTRI COMUNICATI